Strumenti Utente

Strumenti Sito


wiki:tecnologia

TECNOLOGIA E INGEGNERIA

APPROFONDIMENTO DI AMBIENTAZIONE

Quella Vittoriana è stata un’epoca di grandi traguardi per quanto riguarda la tecnologia e molte opere ingegneristiche, ma come la contraddizione di quel periodo, tipica e fin troppo accentuata, vuole è stata anche epoca di profonda crisi e disagi per l’Inghilterra.
La rivoluzione industriale ha portato grossi cambiamenti all’industria metallurgica: da un forte sviluppo agricolo si è passato a quello demografico portando ad un miglioramento dell’alimentazione in generale. Lo sviluppo agricolo ha portato quindi ad una maggiore richiesta di manovalanza per sopperire alla mancanza di utensili da utilizzare nelle campagne.

SISTEMA FOGNARIO E RETE IDRICA

In seguito all’evento che si verificò nell’estate del 1858, conosciuto come “il grande fetore” (The Great Stink), durante il quale il centro della città di Londra venne investita da un odore insopportabile dovuto dallo scarico di acque reflue di origine umana nel Tamigi, venne progettato un innovativo sistema fognario di 132 km associate a 1600 km di scarichi stradali. Nonostante i molteplici problemi il progetto venne presto portato a termine.
Successivamente a questo la stessa società di ingegneri progettò il Lungotamigi (Thames Embankment) che ospitava scarichi fognari, condutture idriche e la Metropolitana di Londra. Negli anni successivi al 1859, grazie al miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie e all’ampliamento e miglioramento dell’acquedotto di Londra, molte epidemie vennero debellate in maniera del tutto involontaria. Già nei primi anni ’60 vennero brevettati i primi gabinetti a terra, installati maggiormente in accampamenti militari, abitazioni private e negli ospedali.

METROPOLITANA

Mentre la rete idrica andava gradualmente a migliorare all’inizio del 1863 nacque la prima linea metropolitana a vapore del mondo: la Metropolitan Railway, che tagliava la città di Londra da ovest ad est per un tratto di circa 6 km, dalla stazione di Paddington Bishop’s Road (ora Paddington) fino a Farringdon Street (ora Farringdon), passando per le stazioni di Edgware Road, Baker Street, Portland Road (ora Great Portland Street), Gower Street (ora Euston Square), King's Cross (ora King's Cross St Pancras).
Dato il successo riscosso tra i cittadini londinesi l’anno successivo e quindi nel nostro presente, il 1864, aprirono la Hammersmith and City Railway e vennero inoltre stanziati ben 259 progetti di nuove linee, ma che non videro luce se non negli anni a venire. La frequenza dei treni è ogni 18 minuti, mentre nelle ore di punta ogni 15, aumentata a 10 minuti durante il picco del mattino e ridotta di 20 minuti nelle prime ore del mattino e dopo le 08:00 pm.

ILLUMINAZIONE

Londra vanta anche la prima compagnia di gas al mondo: la “Gas Light and Coke Company” che dopo una concessione dal Parlamento riuscì ad illuminare il ponte di Westminster e diede vita alla prima illuminazione stradale realizzata nella zona Pall Mall. Questa fu estesa poi ad altre poche strade principali, i parchi reali e l’esterno di Buckingham Palace.
Una vecchia ordinanza impone ai cittadini di Londra di appendere fuori dalle porte delle abitazioni un lume, una lanterna, o anche di più, dalle 6 alle 11 pm. I trasgressori saranno obbligati a pagare una multa di 1 scellino. Nel resto della città, e maggiormente nei bassifondi, si continuano ad usare bracieri, torce e candele.

FOTOGRAFIA

In quegli anni la fotografia aveva già preso piede: negli anni ’60 erano già in circolo le prime foto istantanee con lampo al magnesio. Non sarà quindi difficile notare in giro per le strade alcuni fotografi con i rispettivi attrezzi del mestiere.

ROTATIVA DI STAMPA

La rotativa fu inventata da Richard March Hoe nel 1843, perfezionata nel 1846 e brevettata nel 1847. La macchina è ancora a caratteri mobili ed alimentata a fogli singoli e ciò pose le basi per stampare giornali e la nascita dell’opinione pubblica sulle notizie.
Nacquero a Londra numerosi fogli clandestini venduti per mezzo di strilloni (costantemente a rischio di arresto). Dall’avvento dell’inquisizione per evitare la circolazione di molti giornali (che non potrebbero essere controllati per mezzo dell’inquisizione stessa) esiste un solo giornale che viene creato all’interno dell’unico Polo culturale.

PONY EXPRESS

Fino alla prima metà del XIX secolo la corrispondenza era cartacea ed era recapitata dai servizi postali. Le missive viaggiavano su servizi di corriere, che avevano tratto beneficio dallo sviluppo della rete di strade postali nel Settecento. I tempi però erano lunghi: si parlava di giorni, settimane o, specie per la corrispondenza intercontinentale, mesi.
Negli Stati Uniti, in seguito alla scoperta dell'oro fatta nel 1848 in California, si sviluppò un sistema di corrieri specializzati nel collegamento tra le coste atlantica e pacifica: il Pony Express, istituito nel 1860.

TELEGRAFO

Nell'anno 1837 negli Stati Uniti arriva finalmente il successo per Samuel Morse, che inventa un sistema telegrafico elettrico che impiega un filo, e inventa un codice: il Codice Morse che codifica le lettere dell'alfabeto in sequenze di impulsi di due diverse durate (punti e linee) Il 24 maggio 1844 si ha la prima trasmissione tra Washington, D.C., e Baltimora.
In breve il sistema si diffonde in tutti i continenti e forma una fitta rete e con il tempo si hanno perfezionamenti. Si forma anche una classe di operatori specializzati alcuni dei quali arrivano a digitare il codice Morse a quasi 100 caratteri/minuto.
Gli uffici telegrafici intermedi (Relè), nodi della rete, instradano i messaggi fino a destinazione. Il lavoro viene svolto a mano: i messaggi ricevuti sono letti e consegnati all'impiegato che li ritrasmette sul tratto successivo. Ciò avviene a causa dell'assenza di meccanismi automatici di instradamento e a causa delle basse tensioni utilizzabili.

Via cavo:
Primi tentativi di telegrafo via cavo avvengono nel 1858, il primo messaggio tra la regina Vittoria d'Inghilterra e il presidente degli Stati Uniti James Buchanan, il cavo si guastò.

RIVOLTELLA A RIPETIZIONE

Nel 1818 l'inglese Elisha Collier aveva sviluppato un modello di pistola a tamburo e monocanna già assai simile alla rivoltella attuale, ma di scarsa praticità in quanto l'accensione delle cariche di lancio era ancora a pietra focaia. Successivamente, con l'invenzione della capsula a percussione furono fabbricate le cosiddette “Pepperboxes” cioè rivoltelle provviste di un fascio di canne disposte in modo da formare una struttura cilindrica ruotante, simile ad un tamburo, ma assai più lunga e prive di canna: la lunghezza delle camere di scoppio sostituiva quest'ultima.

Queste due idee furono sviluppate da Samuel Colt, che nel 1836 ottenne il brevetto per iniziare lo stesso anno la produzione di un proprio revolver (il modello Paterson), nel quale l'accensione delle cariche di lancio avveniva per mezzo delle capsule a percussione. Fu il primo vero revolver affidabile e ad esso seguirono modelli di grande successo e popolarità come ad esempio il modello Navy. Gettò quindi le basi per quel tipo di arma sia corta che lunga.
Alcune fra le più famose furono la Colt Army mod.1860 calibro 44 e la Remington mod.1858 convertita per uso di cartucce meccaniche.

CONVENZIONE DI GINEVRA E NASCITA DELLA CROCE ROSSA

La Convenzione per il miglioramento delle condizioni dei militari feriti in guerra, riguardante il trattamento dei caduti in battaglia, fu adottata il 22 agosto 1864 a Ginevra (Svizzera).
Nel 1863, La “Società Ginevrina per il Benessere Pubblico” accolse un appello e creò un comitato di cinque persone, che divenne noto come il Comitato Internazionale della Croce Rossa. Nel 1864, il comitato raccolse i rappresentanti di 16 stati europei che adottarono la Prima convenzione di Ginevra, un trattato pensato per salvare delle vite, per alleviare la sofferenza del personale militare ferito o ammalato, e per proteggere i civili che portavano soccorsi. La conferenza approvò anche l'emblema: la croce rossa in campo bianco (gli stessi colori della bandiera svizzera, ma invertendo lo sfondo con il primo piano), come simbolo protettivo per coloro i quali portavano soccorso ai feriti. La protezione dovuta fu estesa ad edifici e mezzi contrassegnati con il simbolo della Croce Rossa, con conseguente dovere di utilizzo lecito e consono di tale emblema.

CURIOSITA’
1823: William Ellis inventa il gioco del Rugby
1863: In Inghilterra nasce la prima federazione calcistica.

wiki/tecnologia.txt · Ultima modifica: 2018/09/28 22:39 da inquisitor